Blog

Che me la fai 'na fota?

Sono in giro con Tommaso per i vicoli di Napoli, alla ricerca di un bar dove bere un'ultima birra e continuare una conversazione che penso abbia toccato ogni argomento dello scibile umano.
Sono le dieci e mezza di sera e uno scugnizzo mi nota passare con la macchina fotografica a tracolla. Avrà sì e no cinque anni e tra me e me penso sia un po' tardi per un bambino della sua età.

– Che me la fai 'na fota?
– Certo che ti faccio na fota, te ne faccio anche due, però non ti devi muovere perché c'è poca luce.

Si mette in posa di fronte a me, scatto e corre a vedere il risultato sul display della macchina.

– Che me la metti su feisbuc sta fota?
– Ahah, certo, anzi te la metto su internettt!
– Ah davero!?

IMG_9002 (Small)
C'è anche la mamma seduta poco lontana e mostro anche a lei la foto che ho fatto al figlio e, per assecondare la curiosità del piccolo, scorro anche le altre immagini: oltre a quelle della giornata ci sono anche alcuni scatti che ho salvato dai paesi visti in precedenza e così mi trovo a mostrare foto della Siria, Turchia, Grecia e Macedonia (tra lo stupore della donna ("ma voi siete ggiornalista?"), perché insomma non ti capita tutti i giorni che arrivi uno a farti vedere delle foto da mezzo mondo)(sì, lo so, sono speciale, un fiorellino esotico, una rarità)(ma piantala).

– Ah, noi siamo di origine macedone.
– E di dove?
– Di Skopje.
– Ah, sì, ci sono stato! Di che quartiere?
– Shutka.
– Shutka!

Shutka, ma certo, il poverissimo quartiere dei gitani dove ero stato accolto con entusiasmo. Mi ricordo quelle strade e quella gente e quegli sguardi e la bionda che mi accompagnava e una pasta estremamente scotta e ricordi di gentilezza italiana (sì, italiana) e di nonne rigonfie sedute di fronte al Grande Fratello (di Canale 5).

E ascolto anche la loro di storia e mi dico che sì, viaggiare davvero rimpicciolisce il mondo.
[E speriamo che il bambino riesca a trovare la sua fota su internettt].

click here to share
One response to Che me la fai 'na fota?
  1. ofeliadietrolafinestra says:

    che bell'incontro 🙂