Blog

Com'è Valona?

Teuta ed io lasciamo le alture di Berat e ci incamminiamo lungo la strada principale, dove passano gli autobus. Finalmente e purtroppo ci dobbiamo separare, lei torna a Tirana ed io proseguo verso Valona. Non c'è neanche il tempo per un ultimo caffè assieme, il mio autobus si ferma di fronte a noi e ci salutiamo, un bacio veloce e mi faccio promettere che starà alla larga dalla manica di perditempo (è un ovvio eufemismo rispetto alla parola che ho davvero usato) che l'hanno fin qui circondata.
Mentre la corriera arranca penosamente su una strada degna del Nepal, guardo fuori dal finestrino e lascio che la mia mente vaghi, senza troppi argini.
Il mio flusso di pensieri viene interrotto dal focoso vociare di un gruppo di anziani in concitata conversazione con l'autista e il bigliettaio. Facce che diventano sempre più paonazze urlano a squarciagola e coprono addirittura il rumore del motore. Le uniche parole che riesco a distinguere, komunist, pare minister (o qualcosa del genere), mi fanno capire che si sta litigando di politica e, mentre la campagna albanese e i bunker che punteggiano i campi scorrono sul finestrino dell'autobus come in un noioso film, mi immagino che si discuta di quanto “si stava meglio quando si stava peggio”. Ogni posto è paese.

Appena arrivato a Valona vado nel primo hotel che scorgo, non voglio perdere tempo per fare un giro in città e sulla spiaggia. La città è un anonimo agglomerato di enormi condomini ma è la spiaggia a rivelare il lato peggiore di Valona.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido, continuo a ripetermi mentalmente.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Non ho mai visto un posto così squallido.
E visto che per far uscire lo squallore assorbito dal mio corpo, come un rito catartico, non ho fatto copia e incolla per scrivere di cotanto squallore gradirei che chi ha fatto scorrere velocemente le mie ripetizioni risalisse e rileggesse tutte le frasi una ad una, per capire almeno un po' come mi sono sentito sulla spiaggia di Valona.
Se Congjiang avesse lu mare sarebbe na piccola Valona.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Il lungomare sembra una discarica, dove spuntano i bunker semidistrutti e le enormi costruzioni in cemento lasciate all'abbandono inframezzate da nuovi hotel splendenti. Che schifo.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Le macchine usano la battigia come strada.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Attraverso la pineta ripiena di rifiuti.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Sono di umore pessimo con lo squallore (l'ho già detto?) del lungomare di Valona che mi penetra nella carne.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Bunker semidistrutti.
Non ho mai visto un posto più squallido.
Come però vuole il teorema “nei posti più brutti si trovano le cose più belle”, ovvero “è dal letame che nascono i fiori”, vedo per strada una delle donne più belle avvistate in Albania: alta, capelli rossi, sguardo imbronciato, lunghe gambe affusolate. Sì Teuta, anche più bella di te, per quanto possa sembrare incredibile.

IMG_7910 IMG_7912 IMG_7918 IMG_7942 IMG_7954 IMG_7957 IMG_7984 IMG_7989 IMG_7994 IMG_8013 IMG_8036 IMG_8043 IMG_8058 IMG_8061 IMG_8062 IMG_8066 IMG_8070 IMG_8071 IMG_8072
Torno sulla via principale, mi mischio al flusso di studenti che esce dall'università, mi rifugio in un ristorante per calmare la fame e vado a nascondermi in hotel. Sono di pessimo umore (ma va?). Il riscaldamento non funziona e ho anche la pessima idea di accendere la televisione per sorbirmi un tg2 che non migliora il mio stato d'animo.
Il wifi funziona a singhiozzo e il computer si blocca.
In giornate così meglio smettere di lottare.
Leggo un libro prima di addormentarmi.
Ma la notte sono assediato da sogni agghiaccianti.

Domani sarò in Italia.

click here to share
3 responses to Com'è Valona?
  1. anonimo says:

        ciao Matt..

     1). ma io ti avevo gia detto che Valona fa schiiiifff .
     2). Lo so che essistono tantissime donne bellissime (piu di me)
     3). anche io tvb.
     4). anche a me manchi. 
    5). 😛 😛 😛 😛

     P.S.:  ti mando un abbraccio forte forte (perche non te l'ho fatto quando eri ancora qui)

  2. anonimo says:

    Hello,

    Comment vas-tu?

    Nous ne comprenons pas tout mais nous admirons toujours autant tes photos.

    Pour nous tout va bien, nous sommes toujours en Iran et allons partir d'ici quelque jours directions d'Asie Centrale

    Amitié

    Xavier et Céline

  3. anonimo says:

    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
    I’ve never been so sad before…
     
    X
     
    I thought by the time I finished typing each and every word of these lines, my eyes would be filled with tears. But no. Probably because I have been counting…

    Even though it's been seasons ago, I still wish to tell you. I know you might regard someone asking about how you are and where you are and how you are feeling as someone without imagination. But I still wish to know: How're you, Matteo?