Blog

Condensato di Cappadocia

Coni picchi camini delle fate passggiate neve piedi bagnati stufe calde docce tiepide cieli blu sole caldo notti fredde cani alle finestre signore dai pantaloni a fiori pioppi cielo terra scheletri d'albero scalate bandiere sfilacciate mongolfiere ristoranti turisti giapponesi turisti coreani chiese iconoclasti grotte piccionaie vallate autostop (e chiusura di pollici nella portiera a chi mi da un passaggio, ennesima prova che l'autostop non fa per me) mani rosse estasi natura scalate succhi di melograno caffè latte coperte arancione ombre minareti ghiaccioli cartine rosa rossa peni falli equilibrio scavare ombre vecchi orizzonti filo spinato confini finisce la neve fiumi congelati canyon cespugli spine betulle funghi forme di funghi meraviglia del mondo orme sulla neve guanti rotti buchi cani grossi come mucche parabole satellitari teste di pecora mozzate sugli stipiti allah akbar che risuona straziante all'ora della preghiera volpi reti stallattiti burroni affreschi croci colonne gruppi organizzati pulman monasteri sgretolamento sbriciolamento erosione sfaldamento crollo instabilità nuove città sorrisi solitudine angeli volti cancellati vasi nuvole volti umani sulla pietra forme immaginate strade assolate tramonti carretti fango cammelli veli gatti bambini parchi giochi spade dervisci: condensato di Cappadocia.

Condensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di CappadociaCondensato di Cappadocia

click here to share

Comments are closed.