Blog

Il (la) Turista Presa Bene

C'è un detto di Nonsopiùdove che dice “comportati in pubblico come ti comporti a casa tua e viceversa”. Oltre ad essere un ottima scusa per scaccolarsi per strada e grattarsi in posti normalmente poco accessibili questa massima dovrebbe essere estesa, obbligatoriamente, a tutti i viaggiatori: non fare all'estero ciò che non faresti a casa tua.
Ci sono certe cose che non devi fare. Punto. Non devi. Basta.
Se il giapponese se ne va in giro con uno stupidissimo asciugamano sulla spalla per tergersi il sudore, no, tu non puoi farlo. Se l'indiano butta la spazzatura dal finestrino, indovina?, no, non puoi farlo. Se il nepalese va in giro con due segni rossi sulla fronte? Insomma ci siamo capiti. Prendere le abitudini dei popoli che si visitano, acriticamente, è una della cose che nella mia personale dittatura comporterebbe pene gravissime per il Turista Preso Bene. Quando poi l'abitudine che si assume è completamente inventata allora si sfiora il ridicolo. Abbigliamento del nepalese standard: in città, jeans (possibilmente arrotolati a mezzo polpaccio), ciabatte, maglietta, in campagna, pigiamino con gilet e cappellino newari. Basta. Capello corto. Abbigliamento del TPB: pantalone bracalone senza tasche che ti obbliga a portare una borsa di canapa (ma organica eh) a tracolla, scarpe ma va' (quali scarpe?), maglietta stracciata con scollatura asimmetrica. Capello solitamente lungo (non lasciatevi ingannare dall'esemplare ripulito nella foto), malus se coi dread.

Il (la) Turista Presa Bene
Insomma, razza di pirla che ti credi un ribelle alternativo, nella mia dittatura ti prendi due anni ai lavori forzati (dittatura illuminata, niente pena di morte, giammai) e l'obbligo di farti tatuare sulla fronte, in sette lingue diverse, la dicitura “turista stronzo”. La giuria (sì, ci sono i processi e anche la giuria che fa tanto serie americana, perché da piccolo ho visto tutti i telefilm di Perry Mason, tutti quelli in bianco e nero e anche quelli in cui lui è grasso e vecchio ma a colori) ti ha condannato per Mancanza di Personalità aggravata da futili motivi, senza condizionale.

Se vuoi davvero mischiarti tra la folla, così ti devi vestire:

Il (la) Turista Presa Bene
La capra te la procuro io.

[prima foto fatta con l'inganno, ma non mi sento in colpa]

click here to share

Leave a Reply

2 responses to Il (la) Turista Presa Bene
  1. anonimo says:

    ahahahahaha..al rogooooo…

  2. andlosethenameofaction says:

    Ma no! Abbiam detto niente pena di morte! Una scottatina però…