Blog

Jodhpur l'azzurra

 

Jodhpur lJasailmer no, troppo lontana, orde di turisti, magari un'altra volta.
Jodhpur sì e seguendo un consiglio ricevuto a Bikaner scegliamo una bella guest house decorata di mosaici e gestita da una famiglia jain in cui il letto occupa l'ottanta per cento della superficie della camera: è il letto ad essere enorme, non la camera ad essere piccola. Il jainismo è una corrente religiosa che si mischia e si confonde con l'hinduismo, una casta nella società hindu ma con un credo diverso: i jain, completamente vegetariani, non mangiano le uova, non uccidono nemmeno le zanzare e se fanno qualcosa di male si devono punire con ventiquattr'ore di digiuno. Dalla terrazza del nostro alloggio si gode di una bella vista su tutta la città: svariate case azzurre (a quanto pare questo colore oltre ad essere tipico della casta dei bramini tiene lontane le zanzare e la casa fresca nella stagione calda) colorano il paesaggio cittadino alla base del maestoso forte di pietra. Non tutte le costruzioni sono blu e chiamare Jodhpur “la città azzurra” è forse un'esagerazione ma è vero che le varie tonalità dell'azzurro rappresentano il colore predominante.

IMG_1106 (Small)
Chinnarella ed io decidiamo di passare la giornata separati, non c'è nessun litigio di sottofondo, solo la voglia di starsene un po' da soli coi propri pensieri.
Ci perdiamo in due direzioni diverse, ognuno nella sua passeggiata solitaria. Mi perdo tra i vicoli della vecchia città, senza una meta precisa, cercando però di mantenere il forte alla mia destra per non disorientarmi completamente. Jodhpur mi entusiasma e le sue stradine che salgono e scendono svelano dietro ad ogni angolo scene d'un tempo remoto. Mi chiedo se la città che sta vivendo Chinna per conto suo sia la stessa che vedo attraverso i miei occhi e mi immagino la scena dell'incontro di questa sera dove ci scambieremo le nostre opinioni, in sintonia o contrastanti, ancora non so.
La camminata attorno al forte procede a rilento, tra un bambino che mi chiede di essere fotografato e lavoratori che cessano le proprie attività per essere essi stessi immortalati.

IMG_0963 (Small)IMG_0974 (Small)IMG_0993 (Small)IMG_0970 (Small)IMG_1039 (Small)IMG_1055 (Small)IMG_1076 (Small)IMG_1093 (Small)IMG_1095 (Small)
Mi trovo di fronte all'ingresso del forte quasi per caso e, nonostante la signora della guest house ci avesse consigliato di andare al tramonto per godere della vista della città (e meno male che non siamo stati a sentirla perché il forte chiude alle cinque…), decido di entrare. Il forte è meraviglioso e ottimamente conservato, le intarsiature che adornano i muri sono talmente rifinite e precise che sembrano intagliate nel legno piuttosto che scolpite nell'arenaria. Lo sfoggio architetturale di generazioni successive di maharajà ha creato un momumento incredibile, non solo nella sua vastità e imponenza ma anche nella bellezza delle decorazioni che nasconde. La visita del forte è, di per sé, un'esperienza degna di nota che è inoltre arricchita dalla massiccia presenza di persone provenienti dai vicini villaggi: una moltitudine di donne coi loro vestiti migliori e uomini con complessi quanto sgargianti turbanti si muovono lentamente tra le mure e le stanze del forte, sono in pellegrinaggio verso il tempio di Ram Devra e si aggirano per il forte nella loro innocente bellezza, tra il tintinnio dei loro braccialetti concentrici.

Jodhpur lIMG_1114 (Small)IMG_1122 (Small)Jodhpur lJodhpur lJodhpur lJodhpur lJodhpur l

Torno verso la guest house col buio della sera che si mischia al blu delle case; trovo Chinna intenta a bersi una birra, ha l'espressione contenta di chi ha passato una bella giornata e ci scambiamo le nostre concordanti impressioni. E hai visto quello? E hai visto questo? E anche questo. E quell'altro.

Jodhpur lJodhpur lJodhpur lJodhpur l

click here to share
4 responses to Jodhpur l'azzurra
  1. andlosethenameofaction says:

    Splinder che cacchio di fatica m'hai fatto fare a pubblicare 'sto post! Non è possibile…

  2. Aesille says:

    Splinder è quais sadico.. avolte li cancella anche. =) le foto che fai, spìopratutto quelle don i bambini, sono sempre bellissime! =)

  3. anonimo says:

    domanda tecnica : secondo te quale é il motivo di queste pancie gonfie che più volte hai immortalato e descritto . non credo sia denutrizione. c'è secondo te qualcosa negli ingredienti base che porta a questo? le donne pure? o forse è solo genetica? fossi indiano sarei RE Pancia Gonfia…
    M1
    ps bella la foto con porta verde e vestito viola! 

  4. andlosethenameofaction says:

    @Aesille: per fortuna non è stata fatica sprecata! Non so, Splinder non gradisce tanto l'idea che usi Chrome e che ogni tanto voglia mettere una foto all'inizio dei post… mi tocca a mio disdoro fermare tutto ed usare Explorer che però ha altri piccoli problemucci, tipo clicco in mezzo al testo per inserire una foto e il cursore si posiziona in alto a sinistra e devo poi cercare "al buio" il punto in cui inserire le foto. La tecnologia di certo non aiuta il viaggio…
    @Maccse: penso che il "pancino" sia simbolo di benessere e quindi chi lo ha lo sfoggia… saresti il maharjà del quartiere qui! Dài, fai una porta verde nella prossima casa per onorare la foto, ti spedisco il colore da qui e anche qualcuno che poi la renda "vissuta" con delle belle ditate unte!