Blog

Ma sì, Marsin

Ma sì, Marsin
Senza troppo capire il perché decido di pernottare a Marsin.
Cerco di organizzare le prossime tappe del viaggio perché il mio zigzag tocchi tutti i punti della Turchia che voglio visitare e mi porti ad Istanbul in tempo per un incontro, ma alla stazione degli autobus mi fanno subito capire che sarà impossibile arrivare in Cappadocia, dove avrei voluto materializzarmi domani. Potrei scegliere un'altra destinazione ma adesso non ho proprio voglia di pensare. Sono, senza motivo, rintronato e fatico a trascinarmi fino al lungomare. Dopo due tè ed un panino con un pesce fritto capisco che è inutile cercare di lottare contro il mio stato e mi addormento su una panchina di marmo, cercando di convogliare su di me i pochi raggi di sole che offre questa giornata.

Ma sì, MarsinMa sì, Marsin

Ma sì, MarsinMa sì, Marsin


Quando mi sveglio sto decisamente meglio e m'è più lieve passeggiare per la città, perdermi in tetri quartieri residenziali che vengono colorati dai loro abitanti e ritornare in hotel senza preoccuparmi troppo di quello che farò domani.

Ma sì, MarsinMa sì, MarsinMa sì, MarsinMa sì, MarsinMa sì, MarsinMa sì, Marsin

click here to share

Leave a Reply