Blog

Taranto, anniversari e domande giuste

Un trenino tra gli olivi.
Uomini eminentemente tunisini che si nascondono dietro tronchi bitorzoluti.
Una processione religiosa ferma ad un passaggio a livello (e dov'è la macchina fotografica, dov'è?!).
Uomini in divisa ad ogni stazione.
E sono a Taranto.
Solo una tappa che attraverso distrattamente, un incontro con Andrea e Claudia e Ilaria e Matteo (in ordine di età o in ordine alfabetico o in ordine di altezza) un pezzo di Piemonte trapiantato in Puglia, amici di famiglia con figli, assieme ai quali celebro l'anniversario di viaggio.
Andrea e Claudia si prendono cura di me mentre Matteo mi fa vedere (e mi spiega nel dettaglio ogni regola) i cinque giochi di strategia a cui riesce a giocare contemporaneamente (e a vincerli tutti con mia somma sorpresa) e Ilaria tesse le lodi delle sue professoresse.
Per la prima volta in questo lungo viaggio mi trovo in patria a dover raccontare gli aneddoti accumulati durante l'ultimo anno e l'esperienza è meno traumatizzante di quanto pensassi: da bravi lettori del blog evitano le domande scontate e mi piace rivivere attraverso la mia voce (che pare quasi un fenomeno esterno e non generata dalla mia bocca (e dalla lingua e dalle corde vocali e tutto il trallallà ma insomma, c'eravamo capiti)) momenti che sembrano ancora vicinissimi.
È però Ilaria a fare la domanda meno scontata: “perché viaggi?”. Ah, beatitudine dell'innocenza! Tutti a chiedersi come uno faccia a viaggiare, ovvero dove uno possa trovare tutti questi soldi (per chi non ha soldi) o tutto questo tempo (per chi non ha tempo) o tutto questo coraggio (per chi non ha coraggio) o tutto questo xxxxx (per chi non ha xxxxx) mentre Ilaria va al nocciolo della questione, il nous l'avrebbe chiamato qualcun altro, e la spoglia di tutte le quisquilie della vita moderna. Già, perché viaggio?
Invento una risposta, non so se è quella giusta.
Mah, forse sì.
Forse solo perché sono curioso.

E poi Claudia mi da un ottimo suggerimento per proseguire il viaggio.

click here to share

Comments are closed.