Blog

Una tappa (quasi) inutile

Da Ankara potrei andare direttamente ad Istanbul ma visto che ho tempo (devo incontrare laggiù Macs e Camillo, il 48 gennaio) faccio una deviazione a Safranbolu.
Tappa quasi inutile.
Arrivo e ci metto un'ora di camminata con zaino in spalla a trovare il villaggio famoso per la sua architettura ottomana. Freddo. Cielo grigio. Non c'è manco un cane per strada (solo gatti). Quando raggiungo la cima del monte che domina la città guardo in basso, una vallata coperta dalla bruma, e tra me e me dico “per tanto così, forse sarebbe stato meglio andare subito ad Istanbul”.
Facciamo che le foto del posto non ve le faccio vedere che tanto non vale la pena.
Facciamo che: bello. Da accademico della crusca.

La mattina seguente ricevo una mail di Macs abbastanza preoccupato: “io arrivo stasera, tu ci sei o mi devo trovare un ostello per i fatti miei?”. Con sta storia del 48 gennaio ho fatto un gran casino, o forse l'ha fatto lui, fatto sta che oggi è il 47 gennaio e devo partire verso Istanbul! 

click here to share

Leave a Reply

2 responses to Una tappa (quasi) inutile
  1. anonimo says:

    Con april, giugno e settembre Tutti gli altri ne han 31 che piĆ¹ 16 fa 47gennaio.
    Macs

  2. andlosethenameofaction says:

    Però c'eravamo messi d'accordo sul 48 ma tu fai sempre di testa tua!